Una riflessione sull’aggressività e la paura del cane

Analizziamo la paura del cane

Spesso la paura, e quindi anche la paura del cane, si manifesta come conseguenza a ciò che non si conosce. In linea generale si può affermare che la conoscenza libera dalla paura.

In risposta alla paura, l’uomo, dotato di intelligenza e fantasia, può scegliere di mettere in atto un’ampia gamma di comportamenti diplomatici.
Invece, i comportamenti del cane, dotato di minori risorse, si possono prevedere e sintetizzare così: attacco o fuga.

curare la paura del caneAncora una volta, è la relazione con l’uomo ad offrire al cane un’alternativa a quelle che altrimenti sarebbero le inderogabili condizioni imposte dalla natura.
Se avremo dato modo al nostro cane di riconoscerci come un valido punto di riferimento, potrà cercare conforto, sicurezza e protezione, presso di noi.

Una matrice comune

Ma esistono altre forme di paura, la gelosia, ad esempio, è la paura di perdere le cure e le attenzioni di qualcuno che ci è caro. Si manifesta come gelosia, ma la sua forma sottile è paura.
L’avidità è la paura di perdere i benefici di cui godiamo, si manifesta come attaccamento verso le cose, egoismo, ma è paura, paura di perderle.

Così, con un po’ di attenzione, possiamo scoprire che diversi comportamenti, descrivibili con differenti termini, possono avere una matrice comune, la paura.

Questa consapevolezza può trovare il modo di essere spesa in moltissime circostanze.
Possiamo risolvere i disturbi del comportamento del nostro cane individuando da quale tipo di paura scaturiscono e fornendogli adeguati incoraggiamenti. Così risolviamo la paura del cane.

Piuttosto che porci come domatori nei confronti di cani che sviluppano comportamenti aggressivi, o come severi colonelli, è senz’altro più vantaggioso rimuovere il disturbo anziché impedirgli di manifestarsi. E il modo di farlo è infondere al cane quella sicurezza e serenità che lo porteranno gradualmente a scegliere di abbandonarsi alle nostre cure e alla nostra guida.

 

Il termine sanscrito Vaikuntha indica un luogo libero dalla condizione di ansietà e paura. L’ignoranza, e di conseguenza la paura che può scaturirne, sono la principale causa di sofferenza nel mondo.
Ho battezzato la mia abitazione Casa Vaikuntha con il desiderio e l’auspicio che questa condizione possa essere realizzata dai suoi abitanti e diventare il fine da perseguire con impegno e volontà da tutti i suoi visitatori.

 

Alessandro Coppola
Una riflessione sull’aggressività e la paura del cane

 

riflessioni sulla paura del cane e altri articoli sulla educazione del cane

 

Vieni a leggere i numerosi articoli di approfondimento sull’educazione del cane

 

 

analizziamo la paura del cane
 
Vuoi vedere il video che abbiamo realizzato per questo articolo?

 

 

Summary
Una riflessione sulla paura del cane e l'aggressività
Article Name
Una riflessione sulla paura del cane e l'aggressività
Description
Piuttosto che porci come domatori nei confronti di cani che sviluppano comportamenti aggressivi, o come severi colonelli, è senz’altro più vantaggioso rimuovere il disturbo anziché impedirgli di manifestarsi e il modo di farlo è infondere al cane quella sicurezza e serenità che lo porteranno gradualmente a scegliere di abbandonarsi alle nostre cure e alla nostra guida.
Author
Publisher Name
Alessandro Coppola Casa Vaikuntha
Publisher Logo

Enjoyed this post? Share it!

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *