Povero cane

step 22 – povero cane

La strategia più in voga per attrarre l’attenzione dell’opinione pubblica verso la condizione del cane è quella di evidenziare lo stato di degrado di cui spesso è protagonista.

Incuria, maltrattamenti e abbandono sono i più comuni argomenti che vengono denunciati e che mirano a far vibrare le corde della compassione.

Compassione: patire insieme.

Ma in un tempo in cui uno è afflitto dalle proprie miserie l’aspettativa di farsi carico anche di quelle altrui appare ben poco allettante e coloro che appoggiano l’ideologia di “mal comune e mezzo gaudio” non sono i più e non possono dirsi fra i candidati più favoriti al perseguimento della felicità.

povero cane

Io non credo davvero che una simile propaganda possa favorire il cane, né tanto meno offrire una reale visione di chi è e cosa può rappresentare per l’uomo.

Io non credo che la leva della compassione sia la più indicata a muoverci verso la scelta di vivere con un cane.

Credo che fuori dalle strutture che ospitano i cani più sfortunati andrebbe affisso un cartello riportante l’alto valore del cane e la ricchezza e i benefici che si predispone ad accogliere chi farà l’impegnativa scelta di adottarne uno.

Perché nessun benessere e nessuna felicità sono alla portata di chi non si investe con impegno.

Spero che il lavoro che sto svolgendo possa rappresentare un contributo allo sviluppo di una cultura che riporti dignità al cane e all’uomo.

povero cane

 

povero cane
 

Casa Vaikuntha sostiene l’Associazione Passione San Bernardo Onlus che salva, recupera e trova una nuova famiglia ai cani di san bernardo in difficoltà su tutto il territorio nazionale. Visita il loro sito, clicca qui o sul loro logo.

 

 

 

10 anni di casa vaikuntha

10 anni di casa vaikuntha

 

Il 4 giugno 2019 Casa Vaikuntha festeggerà il suo primo decennio di attività.

Da adesso fino alla celebrazione di questo anniversario mi piacerebbe provare a rievocare e condividere con voi tutti i passi che, fino ad ora, sono stati determinanti a definire forma e senso di quel percorso di relazione ed educazione del cane che tutti i giorni rivolgo a chi sceglie di svolgerlo insieme a me.

 

 

ecco tutti gli step qui di seguito raccolti:

 

 

Che cos’è l’educazione del cane

 

 

la vista del cane
 

I sensi di percezione del cane: la vista

 

 

l'olfatto del cane
 

I sensi di percezione del cane: l’olfatto

 

 

l'udito del cane
 

I sensi di percezione del cane: l’udito

 

 

il tatto del cane
 

I sensi di percezione del cane: il tatto

 

 

il cane e la comunicazione
 

Il cane e la comunicazione

 

 

le aspettative sul cane
 

Le aspettative sul cane

 

 

il cane, la collaborazione e la competizione
 

Il cane, la collaborazione e la competizione

 

 

il cane e la libertà
 

Il cane e la libertà

 

 

il cane e il condizionamento
 

Il cane e il condizionamento

 

 

perché prendere un cane
 

Perché prendere un cane

 

 


 

La paura

 

 

STEP 13 conoscere il cane non basta
 

Conoscere il cane non basta

 

 

la coerenza nella educazione del cane
 

La coerenza nella educazione del cane

 

 

il cane sensibile
 

Il cane sensibile

 

 

la determinazione nel dialogo con il cane
 

La determinazione nel dialogo con il cane

 

 

profondamente cane
 

Profondamente cane

 

 

immagina il cane
 

Immagina il cane

 

 

fedele come un cane
 

Fedele come un cane

 

 

il cane e la fiducia
 

Il cane e la fiducia

 

 

povero cane
 

Povero cane

 

 

oppure guarda i video tutorial

 
10 anni di casa vaikuntha

 

Se lo preferisci, puoi visionare i video relativi agli argomenti sopra elencati nella playlist “10 anni di Casa Vaikuntha” sul mio canale youtube, clicca qui o sull’immagine.

 
.
 

Summary
Povero cane
Article Name
Povero cane
Description
La strategia più in voga per attrarre l’attenzione dell’opinione pubblica verso la condizione del cane è quella di evidenziare lo stato di degrado di cui spesso è protagonista. Incuria, maltrattamenti e abbandono sono i più comuni argomenti che vengono denunciati e che mirano a far vibrare le corde della compassione. Compassione: patire insieme. Ma in un tempo in cui uno è afflitto dalle proprie miserie l’aspettativa di farsi carico anche di quelle altrui appare ben poco allettante e coloro che appoggiano l’ideologia di “mal comune e mezzo gaudio” non sono i più e non possono dirsi fra i candidati più favoriti al perseguimento della felicità. Io non credo davvero che una simile propaganda possa favorire il cane, né tanto meno offrire una reale visione di chi è e cosa può rappresentare per l’uomo. Io non credo che la leva della compassione sia la più indicata a muoverci verso la scelta di vivere con un cane. Credo che fuori dalle strutture che ospitano i cani più sfortunati andrebbe affisso un cartello riportante l’alto valore del cane e la ricchezza e i benefici che si predispone ad accogliere chi farà l’impegnativa scelta di adottarne uno. Perchè nessun benessere e nessuna felicità sono alla portata di chi non si investe con impegno. Spero che il lavoro che sto svolgendo possa rappresentare un contributo allo sviluppo di una cultura che riporti dignità al cane e all’uomo.
Author
Publisher Name
Alessandro Coppola Casa Vaikuntha
Publisher Logo

Enjoyed this post? Share it!

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *