Quanti cani all’appello?

Capita che alcuni miei amici o clienti mi dichiarino di desiderare o abbiano già più cani.

Certamente condivido il piacere della compagnia del cane, io stesso ne ho 5. Credo però valga la pena di spendere qualche considerazione riguardo agli effetti collaterali di questa scelta, affinché possano restare di misura marginale e non contaminino i benefici.

Scrivo e provo a divulgare le mie esperienze a proposito della relazione fra uomo e cane, come si costituisce, cosa svela, dove ci porta …

Ma se i cani sono più di uno?

La relazione con un cane è fatta di una profonda intimità che consente sia all’umano che al cane di essere concentrato nel cogliere tutte le sfumature e le opportunità di questo rapporto.

La presenza di più cani potrebbe richiedere una diluizione dell’attenzione e un maggiore sforzo di gestione.

Quindi minori benefici a fronte di un carico maggiore di impegno.

Potrei definire questa condizione con un termine molto in uso in questo periodo e già utilizzato per questioni ambientali ed economiche: “non sostenibile”.

Ma si sa, al cuor non si comanda.

Idee, proposte, emozioni verranno condivise in tempi molto brevi fra i nostri cani facendoci sentire un po’ esclusi e rendendo difficile gestione e controllo dei nostri amici.

Il percorso di educazione dovrà essere rivolto ad ognuno singolarmente.

Sarà il tempo che dedicheremo a definire un codice che prevarrà su altri e che renderà il nostro rapporto con ognuno di loro, esclusivo.

Alessandro Coppola

quanti cani all'appello
 

 

Articoli correlati

 

Scarica gratuitamente il libro di Alessandro Coppola “Il cane sul filo del discorso

Leggi quali sono tutte le attività cinofile di Casa Vaikuntha, clicca qui

Guarda i 25 video tutorial di Alessandro Coppola realizzati in occasione dei 10 di Casa Vaikuntha e pubblicati sul nostro canale youtube, clicca qui

 
.
 

Enjoyed this post? Share it!

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *